Favignana riscopre il suo passato

Dimore consigliate per i pernottamenti:
Numero di notti consigliate: 3

Scarica l’itinerario in PDF

favignana

 

La mattanza potrebbe tornare presto a Favignana. Un imprenditore di Trapani sarebbe pronto a finanziare l’impresa se l’isola ottenesse dall’Unione Europea delle quote per la pesca del tonno rosso. È questo un rumour che circola tra i bene informati dell’isola delle Egadi. I turisti per ora possono solo immaginarla, dai racconti che ne fanno le guide che accolgono i visitatori dell’ex tonnara Florio, la più grande d’Europa, oggi un’importante testimonianza di archeologia industriale (estesa per 32 mila metri quadri), che ha sede di fronte al porto, dove attraccano gli aliscafi che uniscono Favignana a Trapani e Marsala in circa mezz’ora.

Il tonno non è confinato però solo all’immaginario collettivo di chi arriva nell’isola definita da Salvatore Fiume “una farfalla sul mare” e che prende il nome da Favonio, un vento caldo di ponente che ne determina il clima mite e fresco. La carne di questo pesce, si ritrova in molti negozi del centro e naturalmente in tutti i ristoranti dell’isola. Oggi, però, solo un piccolo imprenditore lavora sull’isola circa 300 kg. di uova e muscolo di tonno rosso. Una produzione di qualità che parte per lidi lontani, i più rinomati ristoranti del nord.

La mattanza non è l’unico segno di ritorno al passato. Oggi, le Egadi sembrano tornare verso l’agricoltura, un’attività molto diffusa fino alla metà del secolo scorso. Il primo a riscoprire la possibilità di tornare alla viticoltura è stata la cantina Firriato. Inoltre, due mesi fa Patrizio Bertelli e la moglie Miuccia Prada, che tre anni fa avevano comprato casa a Cala Rossa, a Favignana, hanno acquistato a Levanzo villa Burgarella e il vicino baglio Florio, con alcuni casali diruti in una vallata di 41 ettari che in passato erano stati coltivati a vigneto e che presto potrebbero tornare a produrre buoni vini. Le due strutture saranno oggetto di interventi conservativi da parte di Roberto Baciocchi, architetto di fiducia della famiglia Prada. “I Prada sono arrivati con discrezione”, racconta il sindaco Giuseppe Pagoto a Ville&Casali, “e spesso vengono sull’isola anche per un solo weekend”.

Sicuramente le Egadi possono essere visitate in un weekend includendo l’ex tonnara Florio, le più belle spiagge, come Cala Rossa e Cala Rotonda a Favignana, il castello di Punta Troia e l’osservatorio della Foca monaca a Marettimo, ma sarebbe un turismo veloce. “Chi apprezza la più grande area marina protetta del Mediterraneo, la facilità di trovare sempre un angolo di mare dove fare il bagno d’estate lontano dalle barche, la possibilità di girare tutta Favignana in bici e godersi i numerosi eventi dell’estate”, spiega il sindaco, “si innamora dell’isola e magari compra casa”.

Spesso set di pellicole cinematografiche, le Egadi sono state scelte questa primavera per raccontare una storia d’amore a Levanzo, da parte del regista svizzero Raimondo Colla. Il film si chiamerà Seven Days. “Negli ultimi anni il turismo sta crescendo al ritmo del 10 per cento l’anno”, dice il sindaco di Favignana, “arrivano meno italiani ma più turisti stranieri, dal nord Europa e ultimamente anche dalla Spagna”. Dai dati della tassa di sbarco (1,5 euro a persona) nel 2013 i turisti dovrebbero essere 200 mila, ma, secondo il sindaco, potrebbero già oggi toccare i 300-400 mila. È un turismo più ricco, che cerca la qualità. “Ora che la stagione turistica si sta ampliando, fino ad ottobre inoltrato”, spiega il sindaco Pagoto, “gli operatori turistici curano di più i servizi e anche i prezzi sono più moderati”. Ma sono naturalmente più elevati che sulla terraferma. Le Egadi, per esempio, non sono autosufficienti per l’acqua, e l’energia elettrica è in mano a privati. Due motivi che fanno lievitare i costi. A Favignana esiste una capacità ricettiva di 3000 letti, ma vi sono molte seconde case che spesso vengono affittate, come per esempio quella di Ricky Tognazzi che, per una settimana, chiede da 2500 a 5000 sterline tramite ThinkSicily.

La possibilità di costruire nelle Egadi è molto scarsa, precisa il sindaco. “Le Egadi sono il territorio più vincolato della regione siciliana”, spiega Pagoto, “abbiamo un piano paesaggistico, le zone speciali di conservazione, il piano delle cave, le zone di protezione speciale, l’area marina è inserita nei siti di Natura 2000 dell’UE”. La maggiore attività edilizia, oggi, è quella della ristrutturazione. Una famiglia ligure, che fa capo alla signora Giuliana Rivani Farolfi, sta ristrutturando l’ex residenza Florio sul porto per farne un albergo a cinque stelle di 9 stanze, a cui sarà affiancato un albergo a 4 stelle di 22 stanze in una struttura annessa. In una terza struttura, ex magazzini Florio, sarà realizzato un ristorante e bistrot con vista sul porto e l’ex tonnara Florio. “Il nuovo albergo”, dice Giampiero De Luca alla guida della nuova iniziativa, “sarà aperto a fine anno e l’albergo a cinque stelle lavorerà da 8 a 10 mesi l’anno”.

Il Comune riqualificherà l’antistante Piazza della Marina. Insomma, il turismo di Favignana si muove verso un target sempre più alto. Come anche gli eventi musicali e teatrali che stanno per essere organizzati quest’anno, tra cui spiccherà una mostra di 150 artisti siciliani che sarà ospitata presso l’ex tonnara Florio. Curata da Vittorio Sgarbi, sarà inaugurata il 10 luglio e durerà fino ad ottobre, sponsorizzata dalla Fondazione Roma-Mediterraneo, presieduta da Emmanuele Emanuele. Sarà esposto pure il celebre quadro di Renato Guttuso, la Vucciria.

 

Ristoranti e trattorie

Favignana
El Pescador, Via Europa, 38 Favignana - tel. 0923 921035
A Cialoma, Piazza Madrice, 33 – tel. 348 2936616
La Bettola, Via Nicotera, 47 – tel. 0923 921988

Levanzo
Ristorante Paradiso, Via Lungomare, 8 – tel. 0923 924080

Marettimo
Il Veliero, Corso Umberto, I – tel. 0923 923274
Al Carrubo, Contrada Pelosa – tel. 0923 923132

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza dell'utente.

Se navighi sul sito accetti l'utilizzo dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Policy sui cookie

Che cosa sono i cookie?

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da Web server diversi (c.d. "terze parti"), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.
I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l'uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l'applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.
VisitaAboutCookies.orgper ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

Quali sono le principali tipologie di cookie?

Al riguardo, e ai fini del presente provvedimento, si individuano diverse tipologie di cookie:

1. Cookie indispensabili

Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche.
Utilizzando il sito www.dimoredepoca.it, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

2. Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito Web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine Web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito Web.
Utilizzando il sito www.dimoredepoca.it, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

3. Cookie di funzionalità

Questi cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall'utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine Web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti Web.
Utilizzando il sito www.dimoredepoca.it, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Esistono diversi modi per gestire i cookie e altre tecnologie di tracciabilità. Modificando le impostazioni del browser, puoi accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati.
Ti ricordiamo che disabilitando completamente i cookie nel browser potresti non essere in grado di utilizzare tutte le nostre funzionalità interattive. Se utilizzi più computer in postazioni diverse, assicurati che ogni browser sia impostato in modo da soddisfare le tue preferenze.
Puoi eliminare tutti i cookie installati nella cartella dei cookie del tuo browser. Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Fai clic su uno dei collegamenti sottostanti per ottenere istruzioni specifiche:
-Microsoft Windows Explorer
-Google Chrome
-Mozilla Firefox
-Apple Safari
Se non utilizzi nessuno dei browser sopra elencati, seleziona "cookie" nella relativa sezione della guida per scoprire dove si trova la tua cartella dei cookie.

Google Analytics

Il sito www.dimoredepoca.it utilizza Google Analytics, un servizio di analisi Web fornito da Google, Inc. Google Analytics utilizza i cookie, che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito Web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito Web verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito Web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito Web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookie selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito Web . Utilizzando il presente sito Web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati.